Radiogiornata sul Monte Colma del 10 Settembre 2006.

Domenica 10 settembre 2006 si è svolta presso il Rifugio Scout “Milano” sul Monte Colma la prima “RADIOGIORNATA” organizzata dalla locale Sezione della Associazione Radioamatori Italiani ( A.R.I. ) di Ovada (AL), alla quale hanno partecipato i soci radioamatori e molti appassionati, accompagnati dalle rispettive famiglie.

La “RADIOGIORNATA” ha avuto inizio nel sabato  pomeriggio durante il quale i soci hanno provveduto ad allestire la logistica e l’installazione delle antenne che sarebbero state utilizzate per le attività in programma per il giorno successivo.

Nella giornata di domenica, in mattinata, le previste attività radio sono iniziate immediatamente, e, terminata l’installazione di una stazione radio in onde corte, il primo collegamento è stato realizzato dai componenti del gruppo “Radioamatori Medici” che, rappresentati dal fondatore I1BWB Dott. Carlo Boggero e IK1DQG Pino Pastine, hanno simulato la diagnosi a distanza di un paziente tramite la rice-trasmissione di una lastra radiografica con una stazione radioamatoriale in onde corte sulla banda dei 40 metri.

 

Nella giornata di domenica, in mattinata, le previste attività radio sono iniziate immediatamente, e, terminata l’installazione di una stazione radio in onde corte, il primo collegamento è stato realizzato dai componenti del gruppo “Radioamatori Medici” che, rappresentati dal fondatore I1BWB Dott. Carlo Boggero e IK1DQG Pino Pastine, hanno simulato la diagnosi a distanza di un paziente tramite la rice-trasmissione di una lastra radiografica con una stazione radioamatoriale in onde corte sulla banda dei 40 metri.

Questo test, effettuato in “Pactor”, ha dimostrato come sia possibile realizzare una diagnosi medica a distanza, completa di invio di immagini radiologiche, senza utilizzare i costosi collegamenti via satellite, ma semplici ed economici apparati radioamatoriali.

Il Gruppo Radioamatori Medici, ed in modo particolare i già citati I1BWB Carlo e IK1DQG Pino, in collaborazione con IK1APO Gianni Colofato, effettuano regolarmente test di trasmissioni di immagini digitali ad alta definizione in onde corte con diverse missioni africane per un progetto di solidarietà, nato nella città di S.Margherita Ligure (Ge), denominato “Lanterna Africana”. Un altro esperimento realizzato durante la  radiogiornata è stato quello del monitoraggio a distanza del cuore del collega IK1QFN Luigi Remondina, scalatore del monte Rosa, che ha trasmesso il suo battito cardiaco attraverso l’utilizzo di un particolare orologio da polso, detto POLAR, che è stato ricevuto e visualizzato sul monitor di un computer portatile dal collega del Gruppo Radioamatori Medici IK1DBI Giorgio Delucchi.

 

L’esperimento ha avuto lo scopo di richiamare alla memoria una precedente esperienza avvenuta nel 1989, durante la quale venne trasmesso via radio, in diretta sulla banda dei 2 metri, l’elettrocardiogramma di un alpinista nel corso della scalata al Monte Bianco. Ciò consentì ai medici localizzati sul Monte Colma di monitorare costantemente la sua frequenza cardiaca. Tale evento è ricordato da un marmo commemorativo, sito nei pressi del rifugio Milano del Monte Colma, sul quale sono incisi i nomi e i nominativi dei radioamatori che parteciparono all’esperimento.

 

Successivamente, utilizzando esclusivamente apparati ricetrasmittenti autocostruiti da  Mauro Ottonelllo IW1QIL, è stato attivato un collegamento audio-video in ATV in banda 1,2 Ghz con un gruppo di radioamatori che si trovavano sulle alture dei monti Biellesi.

Di notevole impatto sui presenti è stato il momento in cui sul monitor sono apparse le figure di Franco IK1VGG e Ivan IW1GHU, i due “colleghi” biellesi che trasmettevano dal monte Campione, i quali, da una distanza di oltre 130 Km in linea d’aria, hanno salutato i partecipanti alla manifestazione.

Per contraccambiare i saluti Mauro, attivando il trasmettitore ATV  e la telecamera, ha fatto arrivare agli amici biellesi le immagini in diretta di soci e amici intenti a banchettare allegramente.

 

Nel pomeriggio il socio Don Wandro Pollarolo I1QY, parroco di Belforte M.to, (AL) ha celebrato la S. Messa a suffragio dei radioamatori in Silent Key.

Al termine della funzione religiosa il presidente della sezione A.r.i. di Ovada, Umberto Ottonello IK1HXM, ha consegnato a Don Wandro il diploma di iscrizione nel ruolo d’onore della associazione (Honor Roll), inviato dalla sede nazionale, a titolo di riconoscimento per  la ultra quarantennale attività radio del socio I1QY.

Per sottolineare il prestigioso evento la sezione radioamatoriale di Ovada ha consegnato, per mano del segretario di sezione Gianni Costa I1EIX, una targa al merito per la lunga militanza nella associazione.

A seguire lo speaker della televisione locale “Tele Masone” ha realizzato una lunga intervista a Don Wandro, durante la quale quest’ultimo ha ricordato diversi aneddoti tra i quali quello di come costruiva una radio alla sera, per ascoltare i partigiani oltre la linea Gotica, e di come, conseguentemente, al mattino, per non farsi scoprire dalle guardie Tedesche, la smontava completamente.

 

 

Concludiamo con un doveroso ringraziamento a tutti gli amici e i soci che in varie maniere hanno collaborato alla buona riuscita della Radiogiornata :

I1EIZ Carlo, IK1HFX Mauro, I1URY Roberto,  IK1BMN Eugenio, I1VBA Giorgio, IW1QNN Piero, IW1CNP Daniele, I1RER Roberto, gli amici SWL Carlo Gaggino , Fabio Burlando e famiglia, e un particolare ringraziamento alle YL Sandra, Miriam e Claudia per i gustosi piatti preparati durante tutta la giornata.

 

La “RADIOGIORNATA”, dopo numerosi collegamenti radio, è terminata con un brindisi di saluto ed un arrivederci alla prossima edizione già in programma per il 2007.