ESERCITAZIONE "AMICO FIUME" 2003

Nel mese di Maggio del 2003, e più precisamente sabato 31, si è svolta, nel comprensorio dei comuni di Ovada e Silvano D'Orba (Al), l'esercitazione di Protezione Civile "Amico  Fiume 2003".

Tale evento, nella sua prima edizione, è stato organizzato dalla Protezione Civile di Ovada e di Silvano D'Orba ( Al ) , con il patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria, e della Città di Ovada.

Altri enti hanno collaborato attivamente alla realizzazione della manifestazione operando su vari fronti: le squadre di Protezione Civile e A.I.B. (antincendio boschivo), provenienti anche dalle località vicine, i Carabinieri, il Corpo Forestale di Stato, i Pompieri,i Vigili Urbani e la locale sede della Croce Verde di Ovada, senza dimenticare anche l'attiva partecipazione degli studenti delle Scuole Elementari e Medie del Comune di Ovada.

L'esercitazione aveva lo scopo di sensibilizzare la popolazione locale e gli studenti delle scuole Ovadesi, sull'emergenza inquinamento delle rive dei nostri fiumi, proponendo una azione sul campo per ripulire alcune zone particolarmente colpite dal degrado ambientale.

Il territorio interessato dalla esercitazione è stato suddiviso in tre cantieri di lavoro : il primo localizzato in zona Gnocchetto ( Frazione di Ovada ), il secondo in Località Monteggio (Ovada), infine il terzo in zona Bacchetti (Silvano D'Orba).

  

Ognuno dei tre cantieri di lavoro era costantemente collegato via radio al campo base, localizzato presso l'impianto Polisportivo GEIRINO di Ovada, ove le varie associazioni avevamo predisposto le tende e le attrezzature logistiche necessarie.

L'incarico assegnato alla sede ARI di Ovada era quello di ponte radio tra le zone operative e le varie associazioni operanti.

Tutte le comunicazioni venivano inoltrate al campo base del GEIRINO con l'attivo supporto della locale sede COM del comune di Ovada, dove è ubicata la nostra sede ARI, con la preziosa azione di I1EIX - Gianni e IK1BMN - Eugenio.

Le attrezzature del campo base sono state installate all'interno di una tenda che ci è stata messa a disposizione dalla locale Protezione Civile, i cui volontari hanno avuto occasione di dimostrare come sia possibile erigere una tendopoli di emergenza in breve tempo.

 

I lavori di installazione della stazione base hanno avuto inizio nel pomeriggio di Venerdi 30, con la partecipazione dei soci e dei simpatizzanti della nostra sede Ari, per predisporre le attrezzature e montare le antenne necessarie. In particolare sono state predisposte le antenne VHF e UHF  per tutte le frequenze richieste dalla protezione civile e quelle per le bande a noi concesse. Per questo si ringraziano gli SWL Nino Varosio e Giuseppe Mattiazzi per il lavoro svolto.

Allo scopo di realizzare una stazione radio che potesse operare su più bande, è stata montata una antenna filare, lunga circa 80 metri,utilizzando come supporto i pali dell'illuminazione del campo di calcio. L'antenna è stata realizzata da I1OXO - Umberto e da IW1DIJ - Vito che hanno anche realizzato un accordatore telecomandato, da utilizzare nelle operazioni di emergenza. L'antenna ha funzionato perfettamente su tutte le bande in onde corte, con diversi collegamenti effettuati da I1OXO durante la manifestazione.

Le attrezzature del campo base prevedevano un apparato base per le HF, diversi apparati VHF e UHF, operati da IW1DIJ - Vito e da IK1YHT - Angelo e una stazione per le operazioni in APRS e SSTV. Queste modalità operative hanno riscosso un vivo interesse nei visitatori, permettendo loro di vedere in tempo reale le località ove  lavoravano i gruppi di Protezione Civile e di assistere ai vari interventi tramite l'invio di immagini trasmesse via radio.  In particolare le apparecchiature per l'APRS e l'SSTV sono state operate da IW1QIL - Mauro con l'attiva partecipazione del fratello IK1HXM - Umberto ( coadiuvato dalla sua YL Sandra ) che , durante tutta la manifestazione ,si è recato presso le zone operative per l'invio delle telefoto.

 

I cantieri di lavoro erano costantemente collegati con il centro COM e il campo base GEIRINO grazie a IW1FQQ - Massimiliano, I1URY - Roberto e IK1EVN - Attilio che seguivano direttamente le varie squadre e provvedevano ad inoltrare le informazioni relative alla situazione degli interventi svolti o le eventuali richieste logistiche.

Uno dei momenti più spettacolari della manifestazione è stato l'intervento di un elicottero, in ausilio alla Protezione Civile, che ha simulato lo spegnimento di un incendio mediante l'uso del cestello per il trasporto dell'acqua.

Successivamente, grazie all'abilità dell' elicotterista, è stato dimostrato come poter eliminare, tramite l'uso di funi d'acciaio, eventuali tronchi d'albero dall'alveo del fiume, che potrebbero creare un ostacolo al corso dell'acqua con il rischio di possibili esondazioni in caso di forti precipitazioni.

  

La manifestazione si è conclusa con un pranzo , offerto dalla locale sede della Croce Verde Ovadese, al quale hanno partecipato tutte le persone coinvolte.

In un secondo momento il  Prefetto della Provincia di Alessandria Sig. Pellegrino, dopo un discorso commemorativo,  svoltosi nelle sale del comune di Ovada, ha donato alle Associazioni che hanno contribuito alla felice riuscita dell'evento, delle targhe di ringraziamento.