- L'apparato radio ICOM IC-3210  è stato prodotto dalla ICOM negli anni 1985 - 1987.

Questa radio è un apparato veicolare bibanda VHF-UHF con copertura da 144 a 148 Mhz in Vhf e da 430 a 440 Mhz in banda Uhf, con una potenza max di uscita di circa 20 W.  Con una semplice modifica questo apparato può essere ampliato per espandere la banda in rxtx che diventa da 138 a 174 Mhz in Vhf e da circa 400 a 479 Mhz in Uhf, con l'abilitazione della funzione di ripetitore cross banda (trasponder). Ovviamente le caratteristiche di sensibilità e potenza di uscita si degradano rapidamente fuori dai limiti di banda originali e nel caso dell'apparato in mio possesso (S/N 01607) sono le seguenti:

 - Banda Vhf in rx entro 0,5 microVolt da 138 (0,3 microV) a 174 Mhz (0,5 microV). In tx l'apparato trasmette  da 138 a 162 Mhz con una potenza max da 20 W a 15 W (@12,5 V),fuori di questi limiti l'apparato non trasmette in quanto non aggancia il PLL.

 - Banda Uhf in rx entro 0,5 microVolt da 422 Mhz (0,5 microV) a 445 Mhz (0,5 microV). Ai limiti di banda in rx ho 350 microVolt a 400 Mhz e 50 microVolt a 479 Mhz. In tx l'apparato trasmette da 430 a 440 Mhz con la potenza max da 22 W a 18 W (@12,5 V), fuori di questi limiti l'apparato non trasmette in quanto non aggancia il PLL.

 

 - Riparazione della radio Icom IC-3210 : l'apparato non va subito in tx in banda Uhf.

 - Riparazione della radio Icom IC-3210 : l'apparato in trasmissione esce con un ronzio di fondo sulla modulazione.